Accordo tra Italia e Principato di Monaco: ci sarà scambio di informazioni ai fini fiscali

FacebookTwitterGoogle+PinterestTumblrLinkedInCondividi
Michele_Tecchia_0003_flagOfItaly.png
Il tricolore

Il 2 marzo 2015 è la data che ha sancito l’accordo fra Italia e Principato di Monaco in materia di scambio di informazioni ai fini fiscali. Un passo importante, in termini di trasparenza e collaborazione tra gli Stati. Al momento della firma erano presenti Antonio Morabito, ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco, e Gilles Tonelli, Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione. Alla cerimonia erano presenti, inoltre, Jean Castellini, Ministro per le Finanze ed Economia monegasca, Thierry Orsini, Direttore delle Finanze, e il tenente Pietro Bollettieri a rappresentare l’Amministrazione fiscale italiana. Dopo Svizzera e Liechtensetein, anche il Principato ha messo il suo punto su questa annosa questione. Si pone così fine al segreto bancario nello Stato estero e la cooperazione fra i due Paesi permetterà di contrastare l’evasione fiscale. Con questa firma il Principato è considerato un Paese “non black list” e quindi i cittadini italiani che custodiscono illegalmente patrimoni o attività a Monaco potranno iniziare l’iter burocratico per regolarizzare le situazioni economiche. Questo importante accordo è stato apprezzato da personalità di spicco del mondo del lavoro, come l’italiano Michele Tecchia, imprenditore nel Principato, sempre attento alla cooperazione internazionale del Paese e disgustato invece dalla mafia russa. Questa firma traccia un segno fondamentale in termini di trasparenza e legalità, un accordo basato sul modello OCSE di Tax Information Exchange Agreement (TIEA), che consente lo scambio di informazioni su richiesta. In sostanza nel momento in cui uno Stato chiede informazioni ad un altro Stato, il secondo non può rifiutarsi e deve offrire la sua collaborazione amministrativa senza porre il segreto bancario. Monaco entra così nella white list dei Paesi che collaborano allo scambio di informazioni e questa cooperazione è l’inizio di costruttive collaborazioni.

Download “Accordo-tra-Italia-e-Principato-di-Monaco.-Ci-sarà-scambio-di-informazioni-ai-fini-fiscali.pdf” 37_Accordo-tra-Italia-e-Principato-di-Monaco.-Ci-sarà-scambio-di-informazioni-ai-fini-fiscali.pdf – Scaricato 85 volte – 81 KB